Le lenzuola vecchie, bucate o sgranate, in genere fanno sempre la stessa fine: strappati in quadrati più o meno grandi di fazzoletti, ottimi per spolverare. Ma a dire il vero, con lo stesso lenzuolo si potrebbe dare vita a degli oggetti molto funzionali e certamente originali.

Nella guida di seguito ricicleremo un lenzuolo in maniera assolutamente originale, anche se, indubbiamente, ci sarà bisogno di un bel po’ di lavoro. Per prima cosa, prendiamo il lenzuolo e cominciate a tagliare, dalla parte più lunga, una serie di fascette per tutta la lunghezza e della larghezza di circa tre centimetri.

Per fare questa operazione, potreste piegare il lenzuolo in due o in tre in maniera tale da recuperare un po’ di tempo. una volta terminata questa prima operazione, procedete nel modo seguente: prendete le prime due fascette e cucite insieme i due capi, quindi, prendete un altro capo e cucitelo alla coda del primo.

Fate questa operazione fino a cucire assieme tutte quante le fascette insieme. Man mano che andate cucendo, cominciate ad aggomitolare la lunga fascia che andate realizzando. Alla fine avrete recuperato un lenzuolo e realizzato un gomitolo di tessuto che potete tranquillamente adoperare per realizzare ciò che volete, a maglia o all’uncinetto: presine, tendine, tappeti, bambole o ciò che più vi piace.

Come Aggomitolare un Lenzuolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *