Le coppe tropicana sono di facile preparazione e di grande effetto. Se preferite servite le coppe tropicana in piattini da dessert, invece che in una ciotola piena di ghiaccio tritato, tagliate una fettina di scorza alla base di ogni melone, per far si che questo non si inclini sul piatto.

Occorrente
4 meloni Cantalupo piccoli
150 g di gamberi freschi sgusciati e surgelati
3 fette di ananas fresco
30 g di olive verdi snocciolate
30 g di olive nere snocciolate
100 g di surimi
8 pomodori ciliegia
100 g di sardine sott’olio
1,5 dl di panna fresca
1 cucchiaio di tomato ketchup
1 cucchiaio di salsa Worcester
4 foglie di lattuga
Sale

Fate bollire 1 litro di acqua in una casseruola, salatela e tuffatevi i gamberi freschi (oppure ancora surgelati), cuocendoli per 3-4 minuti. Nel frattempo togliete la calotta ai meloni ed eliminate i semi con un cucchiaio. Infine, con io scavino, estraete la polpa a palline, senza intaccare la scorza. Scolate i gamberi cotti e fateli raffreddare.

Metteteli in una terrina, unitevi le palline di melone, le olive verdi e nere, il surimi tagliato a pezzetti, i pomodorini lavati e divisi a metà, infine le sardine ben sgocciolate dall’olio di conservazione, spinate e tagliuzzate. Tagliate una fetta di ananas in 4 ventaglietti che userete per decorare le coppe; tagliate invece le altre 2 a dadini che unirete all’insalata.

Mescolate delicatamente il composto, poi trasferite la terrina in frigorifero per mezz’ora, insieme alle coppe di melone. Montate leggermente la panna, unitevi la salsa ketchup, la Worcester e una presa di sale. Mischiate bene; otterrete una salsina rosata. Condite gli ingredienti nella terrina con parte della salsa appena preparata e mescolate piano.

Lavate e sgrondate le foglie di lattuga, adagiatene una in ogni coppa di melone, lasciandola sbordare da una parte. Distribuite l’insalata tropicana nelle coppe di melone e cospargete con la salsa rimasta. Per una presentazione raffinata, affondate ogni coppa in una ciotola di vetro larga e bassa riempita di ghiaccio.

Come Preparare le Coppe Tropicana

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *