Come Caricare Filo sul Mulinello

Per apprendere la disciplina sportiva della pesca occorre conoscere il metodo per imbobinare il filo all’interno del mulinello. Vi sono dei piccoli trucchi ed una serie di passaggi specifici da seguire. Se sei desideroso di imparare non dovrai far altro che leggere questa guida.

Come scegliere il filo

Innanzitutto dovrai partire dalla scelta del filo e quindi ti consiglio di estrarre la bobina dall’albero del mulinello e di leggere con attenzione le capacità di contenimento. Se hai intenzione di imbobinare del nylon allora dovrai fare riferimento alla dicitura diametro/metri; invece se la tua scelta ricade su una treccia guarda con attenzione e memorizza la dicitura libre/metri.

Scegliere il filo giusto per la propria canna da pesca è un passo importante per avere una buona esperienza di pesca. Ecco alcuni consigli su come scegliere il filo per canna da pesca:

Tipo di pesca: il primo passo per scegliere il filo giusto è quello di considerare il tipo di pesca che si andrà a fare. Se si intende pescare in mare, il filo dovrà essere più resistente rispetto a quello usato per la pesca in acqua dolce. Se si pescano pesci grandi, sarà necessario un filo più spesso e resistente rispetto a quello utilizzato per pesci più piccoli.

Diametro del filo: il diametro del filo è importante perché influisce sulla capacità di lancio della canna e sulla resistenza del filo stesso. Un filo più sottile consente di lanciare più lontano e di avere una maggiore sensibilità, ma è anche meno resistente.

Resistenza alla trazione: la resistenza alla trazione del filo è un altro fattore importante da considerare. La resistenza viene indicata in libbre o kg e rappresenta la quantità di peso che il filo può sopportare prima di spezzarsi. È importante scegliere un filo con la resistenza giusta per il tipo di pesca che si vuole fare.

Materiale del filo: i fili per la pesca possono essere realizzati in diversi materiali come il nylon, il fluorocarbon e il trecciato. Ogni materiale ha le sue caratteristiche specifiche in termini di resistenza, elasticità e visibilità. Il nylon è un materiale economico e facile da usare, mentre il fluorocarbon è più resistente e invisibile in acqua.

Colore del filo: la scelta del colore del filo dipende dalle condizioni di pesca. Un filo trasparente o del colore dell’acqua è ideale per le acque chiare, mentre un filo di colore più scuro può essere utile per le acque scure o torbide.

In sintesi, scegliere il filo giusto per la canna da pesca dipende dal tipo di pesca che si intende fare, dal diametro del filo, dalla resistenza alla trazione, dal materiale e dal colore. È importante scegliere il filo giusto per avere una buona esperienza di pesca e per garantire la sicurezza durante la pesca.

Questo primo passaggio ti aiuterà a capire la quantità di filo da acquistare evitando inoltre inutili sprechi.

Come caricare il filo

Prima di imbobinare il filo, dovrai riporre la bobina da te acquistata in un catino ripieno d’acqua; questa procedura serve ad eliminare le tensioni del nylon ed a rendere più fluida tutta la procedura. A questo punto dovrai utilizzare l’apposito strumento per tenere il rullino di filo in tensione, oppure farti aiutare da un’altra persona.

Per caricare il filo e per rendere più facile la procedura, monta il mulinello ad una canna di piccole dimensioni e fai passare il filo in tutti gli anelli. Adesso apri l’archetto ed annoda il filo attorno alla bobina. Chiudi l’archetto ed inizia a girare la manovella. Mi raccomando, per una buona riuscita dell’operazione, il filo deve restare sempre in tensione. Riempi la bobina con il filo sino all’orlo, ma senza esagerare.

Luca Maggi

About Luca Maggi

Luca Maggi è un blogger appassionato di casa, fai da te, hobby, bellezza, sport e viaggi. Nel suo blog personale si dedica a scrivere articoli dettagliati sui vari aspetti di questi temi, fornendo consigli utili e idee creative ai suoi lettori.