Come Pulire l’Ottone in Casa

In questa guida ti spiego come pulire e lucidare pentole e oggetti di ottone in genere, capita di averne in casa, tra l’altro sono molto belli, ma quando creano quella orrenda patina non sai come fare, ora te lo spiego con pochi semplici passi e i tuoi oggetti torneranno come nuovi.

Per realizzare la guida abbiamo utilizzato alcune delle informazioni presenti in questa guida su come pulire l’ottone presente sul blog Comepulire.net. Vediamo come pulire l’ottone in modo naturale, senza l’utilizzo di prodotti specifici.

Caratteristiche dell’ottone

L’ottone è una lega metallica composta principalmente da rame e zinco. Questo materiale è ampiamente utilizzato in molteplici ambiti, come ad esempio nella produzione di manufatti artistici, strumenti musicali, componenti di rubinetteria e di carpenteria, monete e molto altro ancora. Ecco le principali caratteristiche dell’ottone:

Resistenza alla corrosione: L’ottone è noto per la sua elevata resistenza alla corrosione. Grazie alla presenza di zinco nella lega, questo materiale è in grado di resistere all’azione di sostanze chimiche, all’umidità e alle intemperie, mantenendo una superficie lucida e priva di ossidazione.

Facilità di lavorazione: L’ottone è un materiale molto duttile e malleabile, il che lo rende facilmente lavorabile con utensili e attrezzature comuni. Inoltre, è possibile creare forme complesse e dettagliate grazie alla sua capacità di assorbire le vibrazioni senza rompersi o deformarsi.

Estetica: L’ottone è noto per la sua bellezza e luminosità. Grazie alla sua finitura dorata e lucida, questo materiale è spesso utilizzato per la creazione di manufatti artistici, oggetti di design e complementi di arredo. Inoltre, con il passare del tempo, l’ottone assume una patina caratteristica che ne aumenta il fascino.

Durata: L’ottone è un materiale resistente e duraturo, che conserva le sue proprietà nel tempo. Grazie alla sua resistenza alla corrosione e alla sua robustezza, gli oggetti in ottone possono durare molto a lungo, anche in condizioni di utilizzo intensivo.

Conducibilità: L’ottone è un buon conduttore di calore e di elettricità, il che lo rende ideale per la produzione di componenti elettronici e di dispositivi di riscaldamento.

Occorrente

Sale grosso 2 manciate
Acqua 1 litro abbondante
Una spruzzata di limone
Una spugnetta per piatti

Come si pulisce l’ottone

Veniamo al primo passo, vedrai che il procedimento è veramente semplice ma al tempo stesso efficace: prendi una pentola sufficientemente grande e versaci un litro abbondante di acqua, mettila sul fuoco e portala a calore medio, giusto per scaldare un pochino l’acqua. Intanto chiudi il lavello con un tappo.

A questo punto, prendi la pentola con l’acqua che hai fatto scaldare e versala nel lavello, poi versaci due manciate di sale grosso, prendi una spugnetta per piatti, immergila nell’acqua salata, spruzzaci sopra un pò di limone, prendi i tuoi oggetti in ottone e comincia delicatamente a strofinarli come se stessi lavando i piatti.

Dopo averli strofinati fino a che non li vedi privi di ossidazione, sciacquali con acqua pulita nell’altra vasca del lavello, asciugali e lucidali infine con un panno morbido. In questo modo potrai far tornare i tuoi oggetti in ottone come nuovi con una piccola accortezza su quelli trattati in modo particolare. Questo metodo è utile anche per pulire il rame.

Come si conservano gli oggetti in ottone

Gli oggetti in ottone sono molto apprezzati per la loro bellezza e luminosità, ma richiedono alcune attenzioni per evitare che si ossidino o che perdano la loro lucentezza. Ecco alcuni consigli per conservare gli oggetti in ottone:

Pulizia: Per conservare gli oggetti in ottone, è importante mantenerli puliti e asciutti. Si consiglia di pulirli regolarmente con un panno morbido e asciutto, evitando di utilizzare prodotti abrasivi o troppo aggressivi.

Lucidatura: Per mantenere la lucentezza degli oggetti in ottone, è possibile effettuare una lucidatura periodica con appositi prodotti per la pulizia degli oggetti in metallo. Si consiglia di utilizzare prodotti specifici per l’ottone, seguendo le indicazioni del produttore e facendo attenzione a non danneggiare la superficie.

Conservazione: Gli oggetti in ottone vanno conservati in un luogo asciutto e al riparo dalla luce diretta del sole. Si consiglia di posizionarli su mensole o ripiani, evitando di sovrapporre troppi oggetti o di accumularli in modo disordinato.

Rimozione della patina: Con il tempo, gli oggetti in ottone possono assumere una patina caratteristica che aumenta il loro fascino. Tuttavia, se si preferisce mantenere l’aspetto originale dell’ottone, è possibile rimuovere la patina con prodotti specifici per la pulizia degli oggetti in metallo.

Protezione: In caso di oggetti in ottone particolarmente preziosi o delicati, è possibile proteggerli con un rivestimento in tessuto o in plastica, in modo da evitare graffi o danni causati dall’umidità.

In generale, per conservare gli oggetti in ottone è importante procedere con cura, evitando di utilizzare prodotti aggressivi o di danneggiare la superficie. Seguendo questi semplici consigli, sarà possibile mantenere gli oggetti in ottone in perfetto stato nel tempo

 

Luca Maggi

About Luca Maggi

Luca Maggi è un blogger appassionato di casa, fai da te, hobby, bellezza, sport e viaggi. Nel suo blog personale si dedica a scrivere articoli dettagliati sui vari aspetti di questi temi, fornendo consigli utili e idee creative ai suoi lettori.