Come Tinteggiare le Pareti Interne con l’Idropittura

La pittura delle pareti, è certamente una delle operazioni meno difficoltose, anche per un dilettante. Prima di essere dipinte, però, le pareti devono essere accuratamente preparate a ricevere la pittura de te scelta. Risulta inoltre molto importante la scelta dei pennelli adatti.

Occorrente

Tempera o idropittura
Pennelli di varie dimensioni e grandezze
Rullo, spazzolone e secchio
Telo di plastica e nastro adesivo
Stucco da muro

Preparazione

Il modo più comune di rifinire le pareti interne di una casa, consiste nel pitturarle. A tale scopo puoi usare la comune idropittura, relativamente a cui è possibile vedere questa guida sull’idropittura, che risulta essere molto più maneggevole e può essere applicata con molta facilità, ma puoi usare anche altri tipi di pittura, più complesse e sofisticate, che si trovano in commercio.

Devi tenere presente che di solito 1 kg di prodotto, può essere diluito con acqua nella misura del 20-30%, se si intende applicarlo con il rullo. Se invece hai intenzione di tinteggiare la parete interna della tua casa con un pennello, la diluizione del prodotto deve essere maggiore, all’incirca nella misura del 40-50%.

Mediamente, dunque, 1 kg di pittura consente la tinteggiatura di 12-16 mq di superficie. Se vuoi ottenere dei buoni risultati, devi però dedicarti preventivamente all’adeguata preparazione dei locali e delle pareti. Per prima cosa, sposta i mobili all’esterno del locale da tinteggiare o almeno al centro d’essi. In questo caso però, dovrai coprirli con un telo di plastica.

Devi coprire con il nastro adesivo, tutte le prese e tutti gli interruttori elettrici (puoi anche staccarli, proteggendo poi i fili con della carta), come pure gli infissi non asportabili. Devi proteggere il pavimento del locale con un apposito telo di plastica o anche con fogli di giornali vecchi. Dovrai poi spazzolare i muri con una spazzola rigida e se sono sporchi, anche con acqua e sapone. Stacca la pittura laddove risultasse sollevata e ripara crepe e fessure, con stucco da muro.

Tinteggiatura

Una volta preparata l’idropittura, si può procedere alla sua stesura sulle pareti. Si consiglia di utilizzare un rullo, in modo da coprire una superficie ampia e uniforme. È importante evitare di stendere la pittura troppo densa, per evitare la formazione di grumi o di zone più scure.

Asciugatura: Dopo aver steso l’idropittura, è importante attendere il tempo di asciugatura indicato dal produttore, prima di procedere con una seconda mano di pittura. In generale, il tempo di asciugatura può variare in base alla temperatura e all’umidità dell’ambiente.

Eventuale seconda mano: In base al colore e alla qualità dell’idropittura utilizzata, potrebbe essere necessario stendere una seconda mano di pittura sulle pareti, per ottenere un colore uniforme e omogeneo.

Rimozione delle protezioni: Dopo aver completato la tinteggiatura, è possibile rimuovere le protezioni sui mobili e sul pavimento, con attenzione per evitare di macchiare le pareti appena tinteggiate.

In generale, la tinteggiatura con idropittura è un’operazione relativamente semplice che richiede poche attenzioni. Tuttavia, è importante seguire le indicazioni del produttore e procedere con cura per ottenere un risultato ottimale.

Luca Maggi

About Luca Maggi

Luca Maggi è un blogger appassionato di casa, fai da te, hobby, bellezza, sport e viaggi. Nel suo blog personale si dedica a scrivere articoli dettagliati sui vari aspetti di questi temi, fornendo consigli utili e idee creative ai suoi lettori.